Chi siamo

L’indirizzo del nostro sito web è: https://www.drgreenthumb.it.

PRIVACY
In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Tale politica potrà essere aggiornata senza alcun preavviso, quindi è consigliabile controllarne periodicamente i termini

Questa informativa è resa anche ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 – Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con il sito ed con i servizi web di Dr Green Thumb, accessibili per via telematica a partire dall’indirizzo: http://www.iliving.it corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale dell’azienda.

L’informativa è resa solo ed esclusivamente per il sito di Dr Green Thumb (http://www.iliving.it) e non anche per tutti gli altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite collegamenti ipertestuali.

FINALITÀ DEL TRATTAMENTO
A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati personali.
Il trattamento dei dati personali persegue finalità strettamente correlate e strumentali alla fornitura dei servizi descritti nel sito e gestiti dal titolare del trattamento.
Il “titolare” del loro trattamento è Dr Green Thumb che ha sede in Via Milano 12, 30020 – Marcon (VE) P.IVA: IT04242450270 – (ITALY).

MODALITÀ DEL TRATTAMENTO E TIPOLOGIA DI DATI
Il trattamento dei dati avverrà con l’ausilio di sistemi informatici, con logiche strettamente correlate alle finalità suindicate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi, ad opera di soggetti di ciò appositamente incaricati. Vengono osservate specifiche misure di sicurezza per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati agli stessi.
Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito Web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni anonime, che sono raccolte per consentire il regolare funzionamento del sito, le stesse non sono associate a soggetti interessati identificati specificatamente, ma potrebbero, attraverso elaborazioni successive ed associazioni con dati anche detenuti da terzi condurre alla loro individuazione.
I dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato di navigazione viene diffuso.

Si precisa che il sito viene ospitato in hosting presso i server di Aruba Spa (con sede legale a 2011 Bibbiena (AR)  Località Palazzetto  n.4 ). I dati di navigazione possono essere quindi comunicati solo per finalità strettamente connesse all’erogazione del servizio web e alla corretta visualizzazione delle pagine del sito web.

Dati forniti volontariamente dall’utente
L’eventuale invio esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva, si precisa che l’indirizzo di posta elettronica, così acquisito, verrà conservato solo per il tempo necessario ad evadere la richiesta ricevuta e successivamente verrà cancellato.
I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste tramite la form presente nel sito sono utilizzati solo ed esclusivamente al fine di rispondere alla richiesta e non sono mai comunicati a terzi né diffusi. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

NATURA DEL CONFERIMENTO
II conferimento di qualsiasi dato, a parte i dati automatici citati sopra, è totalmente facoltativo e correlato alla richiesta di determinati servizi od informazioni, il mancato conferimento dei dati ha come conseguenza emergente l’impossibilità di fornire quanto richiesto.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI
Lei potrà far valere i propri diritti come espressi dagli artt. 7 (sottoriportato nel suo sostanziale contenuto), 8, 9 e 10 del D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, rivolgendosi al Titolare del trattamento .
Art. 7 – Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti
In relazione al trattamento di dati personali l’interessato ha diritto:
a) di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
b) di ottenere l’indicazione dell’origine dei dati personali, delle finalità e modalità del trattamento, nonché della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
c) di ottenere l’indicazione degli estremi identificativi del titolare e dei responsabili;
d) di ottenere l’indicazione dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
e) di ottenere l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
f) di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
g) di ottenere l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere “e” e “f” sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
h) di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
i) di opporsi, in tutto o in parte, al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo

Commenti

Quando i visitatori lasciano commenti sul sito, raccogliamo i dati mostrati nel modulo dei commenti oltre all’indirizzo IP del visitatore e la stringa dello user agent del browser per facilitare il rilevamento dello spam.

Cookie

Se lasci un commento sul nostro sito, puoi scegliere di salvare il tuo nome, indirizzo email e sito web nei cookie. Sono usati per la tua comodità in modo che tu non debba inserire nuovamente i tuoi dati quando lasci un altro commento. Questi cookie dureranno per un anno.

Se hai un account e accedi a questo sito, verrà impostato un cookie temporaneo per determinare se il tuo browser accetta i cookie. Questo cookie non contiene dati personali e viene eliminato quando chiudi il browser.

Quando effettui l’accesso, verranno impostati diversi cookie per salvare le tue informazioni di accesso e le tue opzioni di visualizzazione dello schermo. I cookie di accesso durano due giorni mentre i cookie per le opzioni dello schermo durano un anno. Se selezioni “Ricordami”, il tuo accesso persisterà per due settimane. Se esci dal tuo account, i cookie di accesso verranno rimossi.

Se modifichi o pubblichi un articolo, un cookie aggiuntivo verrà salvato nel tuo browser. Questo cookie non include dati personali, ma indica semplicemente l’ID dell’articolo appena modificato. Scade dopo 1 giorno.

Contenuto incorporato da altri siti web

Gli articoli su questo sito possono includere contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.). I contenuti incorporati da altri siti web si comportano esattamente allo stesso modo come se il visitatore avesse visitato l’altro sito web.

Questi siti web possono raccogliere dati su di te, usare cookie, integrare ulteriori tracciamenti di terze parti e monitorare l’interazione con essi, incluso il tracciamento della tua interazione con il contenuto incorporato se hai un account e sei connesso a quei siti web.

Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati

Se lasci un commento, il commento e i relativi metadati vengono conservati a tempo indeterminato. È così che possiamo riconoscere e approvare automaticamente eventuali commenti successivi invece di tenerli in una coda di moderazione.

Per gli utenti che si registrano sul nostro sito web (se presenti), memorizziamo anche le informazioni personali che forniscono nel loro profilo utente. Tutti gli utenti possono vedere, modificare o cancellare le loro informazioni personali in qualsiasi momento (eccetto il loro nome utente che non possono cambiare). Gli amministratori del sito web possono anche vedere e modificare queste informazioni.

Quali diritti hai sui tuoi dati

Se hai un account su questo sito, o hai lasciato commenti, puoi richiedere di ricevere un file esportato dal sito con i dati personali che abbiamo su di te, compresi i dati che ci hai fornito. Puoi anche richiedere che cancelliamo tutti i dati personali che ti riguardano. Questo non include i dati che siamo obbligati a conservare per scopi amministrativi, legali o di sicurezza.

Normativa

I commenti dei visitatori possono essere controllati attraverso un servizio di rilevamento automatico dello spam.

Dr. Green Thumb intende instaurare con i propri clienti un rapporto chiaro ed esaustivo al fine di non istigare a compiere alcun reato punibile per legge e di scoraggiare qualunque comportamento illegale e qualsiasi uso scorretto dei prodotti.

Dr. Green Thumb è a conoscenza delle leggi italiane che regolano l’uso di tutti i sementi forniti dal negozio, in particolare degli artt. 28 e 73 del DPR 309/90.

Ci teniamo a far prendere visione ad ogni cliente delle note legali esposte in negozio in modo che ognuno possa dichiarare di aver ricevuto da Dr. Green Thumb una informazione piena e completa sul divieto di coltivazione di tutti i semi forniti dal negozio, divieto stabilito in Italia dai sopracitati artt. 28 e 73 del DPR 309/90. Il consumatore deve fare riferimento e rispettare le leggi che regolano la coltivazione dei semi di cannabis nello stato in cui risiede.

Dr. Green thumb cede ai terzi le proprie sementi con la riserva che esse non siano usate in contrasto con le leggi a cui i terzi sono soggetti, e si solleva da ogni e qualsiasi responsabilità derivante dall’uso improprio dei prodotti da esse forniti.

Al fine di una piu’ completa informazione, vi invitiamo a consultare il testo integrale degli artt. 28 e 73 del dpr 309/90 di seguito riportato:

Articolo 28 (Legge 22 dicembre 1975, n. 685, art. 28 – decreto-legge 22 aprile 1985, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 1985, n. 297, art. 3, comma 4 – legge 26 giugno 1990, n. 162, art. 32, comma 1)

Sanzioni

  1. Chiunque, senza essere autorizzato, coltiva le piante indicate nell’articolo 26, è assoggettato a sanzioni penali ed amministrative stabilite fabbricazione illecita delle sostanze stesse
  2. Chiunque non osserva le prescrizioni e le garanzie cui l’autorizzazione è subordinata, è punito, salvo che il fatto costituisca reato più grave, con l’arresto sino ad un anno o con l’ammenda da lire un milione a lire quattro milioni.
  3. In ogni caso le piante illegalmente coltivate sono sequestrate e confiscate. Si applicano le disposizioni dell’articolo 86.

Articolo 73 (Legge 26 giugno 1990, n. 162, art. 14, comma 1)Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope

1. Chiunque, senza l’autorizzazione di cui all’articolo 17, coltiva, produce, fabbrica, estrae, raffina, vende, offre o mette in vendita, cede, distribuisce, commercia, trasporta, procura ad altri, invia, passa o spedisce in transito, consegna per qualunque scopo sostanze stupefacenti o psicotrope di cui alla tabella I prevista dall’articolo 14, è punito con la reclusione da sei a venti anni e con la multa da euro 26.000 a euro 260.000.

1. bis. Con le medesime pene di cui al comma 1 è punito chiunque, senza l’autorizzazione di cui all’articolo 17, importa, esporta, acquista, riceve a qualsiasi titolo o comunque illecitamente detiene:

1. sostanze stupefacenti o psicotrope che per quantità, in particolare se superiore ai limiti massimi indicati con decreto del Ministro della salute emanato di concerto con il Ministro della giustizia sentita la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento nazionale per le politiche antidroga, ovvero per modalità di presentazione, avuto riguardo al peso lordo complessivo o al confezionamento frazionato, ovvero per altre circostanze dell’azione, appaiono destinate ad un uso non esclusivamente personale;

2. medicinali contenenti sostanze stupefacenti o psicotrope elencate nella tabella II, sezione A, che eccedono il quantitativo prescritto. In questa ultima ipotesi, le pene suddette sono diminuite da un terzo alla metà.

2. Chiunque, essendo munito dell’autorizzazione di cui all’articolo 17, illecitamente cede, mette o procura che altri metta in commercio le sostanze o le preparazioni indicate nelle tabelle I e II di cui all’articolo 14, è punito con la reclusione da sei a ventidue anni e con la multa da euro 26.000 a euro 300.000.

2. bis. Le pene di cui al comma 2 si applicano anche nel caso di illecita produzione o commercializzazione delle sostanze chimiche di base e dei precursori di cui alle categorie 1, 2 e 3 dell’allegato I al presente testo unico, utilizzabili nella produzione clandestina delle sostanze stupefacenti o psicotrope previste nelle tabelle di cui all’articolo 14.

3. Le stesse pene si applicano a chiunque coltiva, produce o fabbrica sostanze stupefacenti o psicotrope diverse da quelle stabilite nel decreto di autorizzazione.

4. Quando le condotte di cui al comma 1 riguardano i medicinali ricompresi nella tabella II, sezioni A, B e C, di cui all’articolo 14 e non ricorrono le condizioni di cui all’articolo 17, si applicano le pene ivi stabilite, diminuite da un terzo alla metà.

5. Quando, per i mezzi, per la modalità o le circostanze dell’azione ovvero per la qualità e quantità delle sostanze, i fatti previsti dal presente articolo sono di lieve entità, si applicano le pene della reclusione da uno a sei anni e della multa da euro 3.000 a euro 26.000.

5. bis. Nell’ipotesi di cui al comma 5, limitatamente ai reati di cui al presente articolo commessi da persona tossicodipendente o da assuntore di sostanze stupefacenti o psicotrope, il giudice, con la sentenza di condanna o di applicazione della pena su richiesta delle parti a norma dell’articolo 444 del codice di procedura penale, su richiesta dell’imputato e sentito il pubblico ministero, qualora non debba concedersi il beneficio della sospensione condizionale della pena, può applicare, anzichè le pene detentive e pecuniarie, quella del lavoro di pubblica utilità di cui all’articolo 54 del decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274, secondo le modalità ivi previste. Con la sentenza il giudice incarica l’Ufficio locale di esecuzione penale esterna di verificare l’effettivo svolgimento del lavoro di pubblica utilità. L’Ufficio riferisce periodicamente al giudice. In deroga a quanto disposto dall’articolo 54 del decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274, il lavoro di pubblica utilità ha una durata corrispondente a quella della sanzione detentiva irrogata. Esso può essere disposto anche nelle strutture private autorizzate ai sensi dell’articolo 116, previo consenso delle stesse. In caso di violazione degli obblighi connessi allo svolgimento del lavoro di pubblica utilità, in deroga a quanto previsto dall’articolo 54 del decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274, su richiesta del pubblico ministero o d’ufficio, il giudice che procede, o quello dell’esecuzione, con le formalità di cui all’articolo 666 del codice di procedura penale, tenuto conto dell’entità dei motivi e delle circostanze della violazione, dispone la revoca della pena con conseguente ripristino di quella sostituita. Avverso tale provvedimento di revoca è ammesso ricorso per Cassazione, che non ha effetto sospensivo. Il lavoro di pubblica utilità può sostituire la pena per non più di due volte.

6. Se il fatto è commesso da tre o più persone in concorso tra loro, la pena è aumentata.

7. Le pene previste dai commi da 1 a 6 sono diminuite dalla metà a due terzi per chi si adopera per evitare che l’attività delittuosa sia portata a conseguenze ulteriori, anche aiutando concretamente l’autorità di polizia o l’autorità giudiziaria nella sottrazione di risorse rilevanti per la commissione dei delitti.

Shopping cart